Agriturismi.it il blog degli agriturismi italiani


Le lasagne sono un piatto iconico della cucina italiana, apprezzato in tutto il mondo per la sua bontà e versatilità. Esistono infinite varianti regionali e personali, ma oggi vi propongo una ricetta semplice e gustosa, perfetta per un pranzo domenicale in famiglia o una cena con gli amici.

Ingredienti:

  • Per la pasta:
    • 500 g di sfoglie di pasta all’uovo fresca
  • Per il ragù:
    • 400 g di carne macinata mista (vitello e maiale)
    • 1 cipolla bianca
    • 2 carote
    • 1 costa di sedano
    • 400 g di pomodori pelati
    • 1 bicchiere di vino rosso
    • Olio extravergine d’oliva
    • Sale e pepe
  • Per la besciamella:
    • 500 ml di latte
    • 50 g di burro
    • 50 g di farina
    • Noce moscata
    • Sale e pepe
  • Per completare:
    • 250 g di mozzarella
    • 100 g di parmigiano reggiano grattugiato

Preparazione:

  1. Preparare il ragù: Tritare finemente la cipolla, le carote e il sedano. In una casseruola scaldare l’olio e far soffriggere il trito di verdure per qualche minuto. Aggiungere la carne macinata e rosolare sbriciolandola con un cucchiaio di legno. Sfumare con il vino rosso e far evaporare l’alcool. Unire i pomodori pelati, il sale, il pepe e un pizzico di zucchero. Coprire con un coperchio e cuocere a fuoco basso per circa 2 ore, mescolando di tanto in tanto.
  2. Preparare la besciamella: In un pentolino sciogliere il burro a fuoco basso. Aggiungere la farina setacciata e mescolare con una frusta per evitare grumi. Unire il latte a filo, sempre mescolando, e cuocere per circa 15 minuti, fino a quando la besciamella non sarà densa e cremosa. Salare, pepare e grattugiare un pizzico di noce moscata.
  3. Comporre le lasagne: Preriscaldare il forno a 180°C. Stendere un velo di besciamella sul fondo di una teglia da forno. Adagiare uno strato di sfoglie di pasta e coprire con il ragù, la mozzarella a cubetti e il parmigiano grattugiato. Ripetere gli strati fino a esaurire gli ingredienti, terminando con uno strato di besciamella e parmigiano.
  4. Cuocere in forno per circa 30-40 minuti, o fino a quando la superficie non sarà dorata e gratinata. Sfornare le lasagne e lasciarle riposare per 10 minuti prima di servirle.

Consigli:

  • Per un sapore più ricco, potete aggiungere al ragù un trito di pancetta o di prosciutto crudo.
  • Se preferite le lasagne più vegetariane, potete sostituire la carne macinata con delle lenticchie o con i fagioli.
  • Potete arricchire la besciamella con un pizzico di noce moscata, pepe bianco o erbe aromatiche come prezzemolo o basilico.
  • Le lasagne si possono conservare in frigorifero per 2-3 giorni o in freezer per 2-3 mesi.

Buon appetito!


La Calabria, una regione situata nel cuore del Mediterraneo, è una terra di contrasti dove montagne si incontrano con il mare. Per chi desidera immergersi in questa realtà autentica, un viaggio in agriturismo rappresenta l’opzione ideale. Gli agriturismi non solo offrono alloggi confortevoli e accoglienti, ma permettono anche di scoprire i sapori locali, partecipare ad attività rurali e vivere a stretto contatto con la natura e la cultura del luogo. Ecco un itinerario consigliato per esplorare la Calabria attraverso i suoi agriturismi.

Giorno 1: Arrivo a Cosenza e Primo Assaggio di Calabria

Il nostro viaggio inizia a Cosenza, una città ricca di storia e cultura. Dopo aver visitato il centro storico, con il suo Duomo e il Castello Normanno-Svevo, dirigetevi verso un agriturismo nelle vicinanze, come l’Agriturismo Le Carolee. Qui potrete gustare un primo assaggio della cucina calabrese, con piatti tipici come la ‘nduja, i fileja (una pasta tradizionale) e le verdure di stagione coltivate nell’orto.

Giorno 2: Parco Nazionale della Sila

Il secondo giorno è dedicato alla scoperta del Parco Nazionale della Sila, un’area naturale protetta che offre scenari mozzafiato e numerose attività all’aria aperta. Soggiornate in un agriturismo come La Casa di Botro, dove potrete partecipare a escursioni guidate, passeggiate a cavallo e raccogliere funghi e castagne nei periodi giusti. La sera, rilassatevi gustando piatti preparati con prodotti locali, come i formaggi silani e le zuppe di legumi.

Giorno 3: Lamezia Terme e i Vigneti del Lametino

Proseguite verso Lamezia Terme, una città nota per le sue terme e i vigneti che producono alcuni dei migliori vini calabresi. Visitate un agriturismo vitivinicolo come L’Agriturismo Trigna, dove potrete fare degustazioni di vini e partecipare alla vendemmia se viaggiate nel periodo autunnale. Approfittate dell’occasione per esplorare i dintorni, visitando la medievale Abbazia di Santa Maria di Corazzo e le terme di Caronte.

Giorno 4: Costa degli Dei e Tropea

Il quarto giorno si trascorre sulla splendida Costa degli Dei, famosa per le sue acque cristalline e le spiagge incantevoli. La città di Tropea, con il suo centro storico pittoresco e la celebre cipolla rossa, è una tappa imperdibile. Soggiornate in un agriturismo come l’Agriturismo Manitta, dove potrete partecipare a corsi di cucina per imparare a preparare piatti tipici come la pasta con la cipolla di Tropea. Non perdete l’occasione di fare un bagno nelle acque turchesi della Spiaggia di Michelino.

Giorno 5: Aspromonte e Gerace

Il viaggio continua verso l’Aspromonte, un massiccio montuoso che offre panorami spettacolari e borghi affascinanti. Gerace, con il suo castello normanno e le chiese medievali, è una delle perle di questa zona. Alloggiate in un agriturismo, dove potrete fare trekking, escursioni in mountain bike e degustare prodotti caseari di alta qualità. Scoprite la tradizione della lavorazione della seta a Bivongi e rilassatevi con un bagno nelle cascate di Marmarico.

Giorno 6: Reggio Calabria e Scilla

Concludiamo il nostro itinerario con una visita a Reggio Calabria, famosa per i suoi Bronzi di Riace e il lungomare definito “il più bel chilometro d’Italia”. Dopo aver esplorato il centro città, dirigetevi verso Scilla, un incantevole borgo di pescatori.

Conclusione

La Calabria, con i suoi paesaggi diversificati e la sua ricca eredità culturale, è una destinazione ideale per chi desidera un’esperienza autentica e immersiva. Soggiornare in agriturismo non solo offre un contatto diretto con la natura e le tradizioni locali, ma arricchisce anche il viaggio con sapori, attività e incontri indimenticabili.

Ecco il nostro elenco di agriturismi in Calabria per pianificare il vostro itinerario alla scoperta della regione.


Benvenuti a Montemarcello, un gioiello nascosto della costa ligure che affascina con la sua bellezza naturale e il suo fascino senza tempo. Situato tra le spettacolari scogliere della Riviera Ligure di Levante e i maestosi Monti delle Alpi Apuane, Montemarcello incanta i suoi visitatori con panorami mozzafiato, atmosfera tranquilla e una ricca storia che risale all’epoca romana.

Esplorare la Bellezza Naturale

Montemarcello è un paradiso per gli amanti della natura. Con il suo Parco Naturale Regionale, offre una vasta rete di sentieri escursionistici che si snodano attraverso boschi rigogliosi, colline ondulate e affacci panoramici sul mare. Tra i sentieri più suggestivi c’è quello che conduce al Punto Panoramico di Montemarcello, da cui si può ammirare una vista mozzafiato sulla Baia di Portovenere e sul Golfo dei Poeti.

Le sue spiagge appartate, come quella della Punta Corvo, raggiungibile solo via mare o tramite un sentiero panoramico, regalano momenti di pace e tranquillità, lontani dalla folla e immersi nella bellezza naturale. La sua costa frastagliata è punteggiata da calette nascoste e grotte marine, invitando a esplorare i segreti del mare.

Arte e Cultura in un Paese Antico

Montemarcello vanta una storia ricca di fascino e tradizione. Il suo borgo medievale, con le sue strette viuzze lastricate e le case di pietra, è un vero e proprio museo a cielo aperto. Passeggiare per le sue stradine è come fare un viaggio nel tempo, tra antichi edifici storici e piccole piazze accoglienti.

La Chiesa di San Pietro, risalente al XII secolo, domina il panorama del borgo con la sua imponente facciata romanica e il suo campanile a vela. All’interno, affreschi e opere d’arte sacra testimoniano secoli di devozione e spiritualità.

Gastronomia Locale e Tradizioni Culinarie

La cucina di Montemarcello riflette la sua posizione geografica, con influenze sia marine che montane. I piatti tradizionali sono semplici ma gustosi, preparati con ingredienti freschi e di stagione. Dai frutti di mare appena pescati alle specialità di terra come la farinata e la torta di verdure, ogni piatto è un’esperienza culinaria da non perdere.

I ristoranti e le trattorie del paese accolgono i visitatori con calore e autenticità, offrendo un assaggio dell’autentica cucina ligure. Non dimenticate di accompagnare i vostri pasti con un bicchiere di vino locale, come il Vermentino, che esalta i sapori dei piatti tipici della zona.

Vivi l’Autentica Dolce Vita a Montemarcello

Montemarcello è molto più di una semplice destinazione turistica; è un luogo dove il tempo sembra fermarsi e la vita scorre lenta, tra la bellezza della natura e la ricchezza della cultura locale. Qui, è possibile riscoprire il piacere delle piccole cose, passeggiando lungo i sentieri panoramici, gustando i sapori genuini della cucina ligure e lasciandosi incantare dalla magia di un borgo antico che continua a vivere nel presente.

Se siete alla ricerca di una fuga dalla frenesia della vita moderna, Montemarcello vi aspetta a braccia aperte, pronto a regalarvi momenti indimenticabili di relax, avventura e scoperta. Venite a scoprire questo tesoro nascosto tra mare e monti alloggiando in agriturismo e lasciatevi conquistare dal suo fascino senza tempo.

Vi consigliamo la nostra selezione di agriturismi vicino a Montemarcello per scoprire questo angolo di Liguria di grande bellezza.


Benvenuti nel cuore della Calabria, dove la storia si mescola con la natura in un connubio affascinante e suggestivo. Oggi vi porterò alla scoperta di Rocca Imperiale e dei suoi dintorni, un viaggio che vi condurrà attraverso antiche testimonianze storiche, paesaggi mozzafiato e autentiche tradizioni.

Rocca Imperiale: una perla tra i monti calabresi

Situata nella provincia di Cosenza, Rocca Imperiale è un piccolo borgo che vanta una storia millenaria. Il suo nome stesso evoca l’antica grandezza dell’Impero Romano, che qui lasciò tracce indelebili. Il centro storico di Rocca Imperiale è un vero e proprio scrigno di tesori, con le sue stradine strette e tortuose, le case in pietra e i palazzi nobiliari che narrano storie di altri tempi.

Il Castello Normanno-Svevo

Uno dei gioielli di Rocca Imperiale è senz’altro il suo imponente castello normanno-svevo, che domina dall’alto il borgo e offre una vista spettacolare sulla valle sottostante. Risalente al XII secolo, il castello rappresenta un importante esempio di architettura medievale, e la sua visita vi farà immergere completamente nell’atmosfera di un’epoca lontana.

Tra natura e spiritualità: il Santuario di San Francesco di Paola

Nei dintorni di Rocca Imperiale, tra i verdi boschi e le dolci colline, si erge il Santuario di San Francesco di Paola, meta di pellegrinaggi e luogo di spiritualità. Fondato nel XV secolo, il santuario è un’oasi di pace e serenità, dove è possibile ammirare pregevoli opere d’arte e concederti momenti di riflessione e contemplazione.

Le bellezze naturali del Parco Nazionale del Pollino

Rocca Imperiale è anche il punto di partenza ideale per esplorare il Parco Nazionale del Pollino, un vero paradiso per gli amanti della natura e delle attività all’aria aperta. Qui potrete avventurarvi in escursioni tra boschi secolari, suggestive gole e imponenti montagne, oppure dedicarvi al birdwatching per ammirare l’avifauna che popola la zona.

Tradizioni e gastronomia

Infine, non si può parlare di Rocca Imperiale senza menzionare le sue tradizioni e la sua ricca gastronomia. Tra i piatti tipici da gustare assolutamente ci sono la ‘nduja, il salame calabrese dal sapore intenso, e i famosi peperoncini piccanti, che qui vengono coltivati con maestria da generazioni.

Rocca Imperiale e i suoi dintorni sono una destinazione imperdibile per chi desidera immergersi nella storia, nella natura e nelle sue tradizioni. Vi consigliamo di visitare questa zona della Calabria alloggiando negli agriturismi; sono strutture rurali di qualità che offrono alloggio e ristorazione a km zero.
Clicca qui per vedere la nostra selezione di strutture vicino a Rocca Imperiale


Benvenuti a Erice, un gioiello incastonato sulle colline occidentali della Sicilia, dove il tempo sembra essersi fermato. Questo borgo medievale, avvolto nella leggenda e nella magia, cattura l’immaginazione di chiunque si avventuri tra le sue stradine lastricate.

Situato su una montagna a 750 metri sopra il livello del mare, Erice offre panorami mozzafiato che si estendono fino al mare blu che lambisce le coste siciliane. Gli antichi templi, le chiese romaniche e le fortificazioni medievali narrano storie di conquiste e dominazioni, mentre i giardini e i cortili segreti sussurrano di romanticismo e poesia.

Una visita a Erice è un viaggio nel passato, ma anche un’immersione nella cultura e nella gastronomia siciliana. Le delizie culinarie locali, come i dolci alle mandorle e i cannoli ripieni di ricotta fresca, deliziano il palato e lasciano un’impronta indelebile nella memoria di chi le assapora.

Ma forse ciò che rende Erice davvero speciale è la sua atmosfera intatta e autentica. Qui, il ritmo tranquillo della vita quotidiana invita a rallentare e ad assaporare ogni momento. È un luogo dove ci si perde volentieri tra i labirinti delle sue strade e ci si lascia sorprendere da ogni angolo nascosto.

Che tu sia un appassionato di storia, un amante della natura o un semplice viaggiatore in cerca di nuove esperienze, Erice ti accoglie a braccia aperte, pronta a catturare il tuo cuore e a incantarti con il suo fascino senza tempo. Venite a scoprire questo tesoro nascosto della Sicilia e lasciatevi trasportare in un viaggio indimenticabile attraverso i secoli di storia e di bellezza.

Ecco il nostro elenco di agriturismi vicino a Erice in Sicilia


Benvenuti nel cuore della Toscana, dove colline sinuose si tingono di verde intenso e vigneti si estendono fino all’orizzonte. Il Chianti Senese è una terra di antiche tradizioni e sapori deliziosi. In questo articolo, vi condurremo in un viaggio indimenticabile attraverso questo incantevole territorio, dove storia e bellezza si fondono armoniosamente.

1. Monteriggioni: Il Castello delle Torri

Il nostro viaggio ha inizio a Monteriggioni, un piccolo borgo medievale circondato da mura merlate e torri che si ergono fieramente verso il cielo. Questo castello fortificato offre una vista mozzafiato sul paesaggio circostante e una passeggiata lungo le sue mura vi trasporterà indietro nel tempo.

2. Siena: La Città del Palio

Proseguendo verso sud, raggiungeremo la splendida città di Siena, famosa per il suo Palio, una corsa di cavalli che si tiene due volte all’anno nella spettacolare Piazza del Campo. Perdersi tra le strette vie medievali di Siena vi farà scoprire tesori nascosti, come la maestosa Cattedrale di Santa Maria Assunta e la magnifica Fonte Gaia.

3. Castello di Brolio: Il Cuore del Chianti Classico

Continuando il nostro itinerario, faremo tappa al Castello di Brolio, un’icona del Chianti Classico. Immerso in un mare di vigneti, questo castello offre un’esperienza unica, con visite alle cantine e degustazioni dei rinomati vini della tenuta.

4. Gaiole in Chianti: Il Villaggio del Buon Vivere

Proseguendo lungo le dolci colline, raggiungeremo Gaiole in Chianti, un incantevole villaggio circondato da uliveti e cipressi. Qui potrete passeggiare per le sue pittoresche strade, visitare piccole botteghe artigianali e assaporare la cucina toscana autentica in uno dei suoi accoglienti ristoranti.

5. Radda in Chianti: La Perla del Chianti

Ultima tappa del nostro viaggio è Radda in Chianti, una delle gemme nascoste della regione. Questo affascinante borgo medievale vi conquisterà con le sue case in pietra, le strette viuzze e le splendide vedute sui vigneti circostanti. Non dimenticate di visitare la Pieve di Santa Maria Novella, un gioiello dell’architettura romanica.

Conclusioni

Il Chianti Senese è un luogo dove storia, cultura e natura si fondono per creare un’esperienza indimenticabile. Questo itinerario vi condurrà attraverso alcuni dei luoghi più suggestivi di questa terra magica, dove ogni angolo è una scoperta e ogni sorso è un viaggio nel tempo. Preparatevi a perdervi tra le colline del Chianti Senese e lasciatevi incantare dalla sua bellezza senza tempo.

Vi consigliamo i nostri agriturismi nel Chianti Senese per alloggiare in strutture di qualità.


Se stai pianificando un viaggio nel meraviglioso territorio del napoletano, sei fortunato! Questa regione del sud Italia è ricca di tesori storici, paesaggi mozzafiato e una tradizioni che ti cattureranno dal primo istante. Per aiutarti a scoprire il meglio di questa terra affascinante, ti presentiamo un itinerario dei luoghi da non perdere durante la tua visita.

  1. Napoli: Inizia il tuo viaggio con una visita alla vivace e affascinante città di Napoli. Perditi nelle stradine strette del centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, e ammira i tesori artistici della città, tra cui il Duomo di San Gennaro, il Museo Archeologico Nazionale e il maestoso Castel Nuovo.
  2. Pompei: Fai un salto nel passato con una visita agli scavi archeologici di Pompei, una delle più importanti testimonianze dell’antica Roma. Cammina tra le strade antiche, le case ben conservate e gli affreschi sorprendentemente intatti, e lasciati stupire dalla magnificenza di questa città sepolta sotto le ceneri dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.
  3. Costiera Amalfitana: Goditi un viaggio panoramico lungo la celebre Costiera Amalfitana, un tratto di costa mozzafiato che offre panorami spettacolari e pittoreschi villaggi incastonati tra le rocce e il mare. Fai tappa a Positano, Amalfi e Ravello per ammirare le loro bellezze naturali e architettoniche.
  4. Capri: Prendi un traghetto da Napoli e dirigi verso l’incantevole isola di Capri, un paradiso di bellezza naturale e glamour. Esplora la celebre Grotta Azzurra, passeggiando per i suoi giardini lussureggianti e ammirando la vista mozzafiato dalla Piazzetta.
  5. Vesuvio: Concludi il tuo viaggio con una visita al Monte Vesuvio, il vulcano che ha plasmato la storia di questa regione. Esci dalla città e immergiti nella natura selvaggia del Parco Nazionale del Vesuvio, godendoti una passeggiata fino al cratere per ammirare il panorama mozzafiato sulla baia di Napoli.

Con questo itinerario, sarai in grado di scoprire il meglio che il napoletano ha da offrire, lasciandoti con ricordi indelebili di un viaggio indimenticabile. Vi consigliamo i nostri agriturismi in provincia di Napoli per soggiornare nel verde.

Preparati a innamorarti di questa terra affascinante e delle sue incredibili meraviglie!


Le Langhe Piemontesi, patria del pregiato vino Barolo e dei tartufi bianchi, sono una regione che incanta i visitatori con la sua bellezza paesaggistica mozzafiato, la sua ricca tradizione culinaria e la sua ospitalità genuina. Tra colline punteggiate da vigneti e boschi vi sono diversi agriturismi di alta qualità che offrono ospitalità e ristorazione di alto livello.

Giorno 1: Benvenuti nelle Langhe

Dopo aver lasciato il trambusto della città, vi immergerete nel cuore delle Langhe. Scegliete un agriturismo accogliente per la vostra prima notte, dove sarete accolti con il calore della tradizione piemontese. Gustate un pranzo a base di prodotti locali, magari accompagnati da un bicchiere di vino Barbera, e preparatevi a esplorare la zona.

Giorno 2: Alla Scoperta dei Sapori Locali

Iniziate la giornata con una passeggiata tra i vigneti o un giro in bicicletta attraverso i paesaggi collinari. Nel pomeriggio, dirigetevi verso un’azienda agricola locale per una degustazione di vini, dove potrete assaporare il carattere unico del Barolo e del Barbaresco. Proseguite poi verso un laboratorio di tartufi per scoprire il fascino e il sapore di questo fungo pregiato.

Giorno 3: Alla Ricerca della Tradizione

Oggi esplorate i pittoreschi borghi delle Langhe, come La Morra, Barolo e Serralunga d’Alba. Ammirate le antiche torri e le strette stradine lastricate, e fermatevi in un agriturismo con ristorante per pranzare con piatti tradizionali come tajarin al tartufo e brasato al Barolo.

Giorno 4: Esperienze Autentiche

Per concludere il vostro soggiorno in bellezza, partecipate a un corso di cucina. Imparate i segreti della cucina piemontese mentre preparate piatti come agnolotti del plin e bagna cauda.

Consigli Pratici

  • Prenotate in anticipo le visite alle cantine e alle aziende agricole, specialmente durante la stagione turistica.
  • Assicuratevi di assaggiare i prodotti tipici delle Langhe, come il vino Barolo, il tartufo bianco e i formaggi locali.
  • Esplorate la regione a piedi o in bicicletta per godere appieno dei suoi paesaggi e della sua tranquillità.

Le Langhe Piemontesi sono una destinazione che offrirà un’esperienza indimenticabile per gli amanti del cibo, del vino e della natura. Con un soggiorno in agriturismo, avrete l’opportunità di scoprire il vero cuore di questa terra, fatto di tradizioni autentiche e ospitalità sincera.

Clicca qui per vedere la nostra selezione di agriturismi nelle Langhe Piemontesi.


Benvenuti nel cuore pulsante della Sicilia, dove il tempo sembra aver sospeso il suo inesorabile scorrere per donare spazio a un’atmosfera magica e senza tempo. Benvenuti a Ragusa Ibla.

Situata sulle dolci colline della Valle dell’Irminio, questa antica città racconta storie millenarie attraverso i suoi vicoli lastricati e i suoi monumenti barocchi che si ergono fieri contro il cielo azzurro della Sicilia. I colori vividi delle facciate, i profumi avvolgenti della cucina locale e il calore dell’accoglienza siciliana si fondono qui, creando un’esperienza indimenticabile per chiunque decida di avventurarsi in questo dedalo di stradine.

Perdersi tra le strade di Ragusa Ibla significa lasciarsi trasportare dalla bellezza del Duomo di San Giorgio, una maestosa opera d’arte barocca che domina la piazza principale con la sua imponenza e la sua eleganza. Significa lasciare che il fascino discreto dei palazzi nobiliari, le chiese millenarie e i cortili nascosti raccontino segreti antichi e affascinanti.

Ma Ragusa Ibla non è solo storia e cultura: è anche un tripudio di sapori e profumi che deliziano i sensi e conquistano il cuore. Le trattorie tradizionali offrono piatti succulenti della cucina siciliana, dai sapori intensi e autentici che rispecchiano la generosità e la passione di questa terra generosa.

Infine, al tramonto, quando il sole dipinge il cielo di sfumature arancioni e rosa, Ragusa Ibla si trasforma in un dipinto vivente, un’opera d’arte che lascia senza fiato e che rimarrà indelebile nella memoria di chiunque abbia avuto il privilegio di visitarla.

Ragusa Ibla è molto più di una semplice destinazione turistica: è un viaggio nell’anima della Sicilia, un’esperienza che nutre il corpo, la mente e lo spirito, lasciando un’impronta indelebile nel cuore di chiunque abbia la fortuna di scoprirne i tesori nascosti.

Clicca qui per vedere la nostra selezione di Agriturismi vicino a Ragusa Ibla


Torgiano è un piccolo borgo, situato a pochi chilometri da Perugia, è un luogo suggestivo con le sue stradine medievali, i suoi vigneti ondulati e la sua ricca proposta enogastronomica.

Torgiano permette di fare un tuffo nel passato; le sue mura antiche, i torrioni e le chiese testimoniano secoli di storia. Passeggiare per le sue vie è come fare un viaggio nel tempo. Gli amanti dell’arte e della cultura troveranno molti luoghi di interesse. Il Museo dell’Olio e del Vino è una tappa imperdibile, dove si può esplorare la tradizione millenaria della produzione di olio d’oliva e vino nell’Umbria.

Torgiano è rinomata per i suoi vini pregiati. La zona è famosa per il Sagrantino, un vino rosso intenso e robusto che riflette il carattere del territorio. I visitatori possono scoprire le cantine locali, assaggiare i vini e immergersi nella cultura vinicola dell’Umbria.

La cucina umbra è celebre per la sua semplicità e autenticità, e Torgiano non fa eccezione. I ristoranti del borgo offrono piatti tradizionali preparati con ingredienti locali di prima qualità. Dai pici al tartufo agli arrosti di carne di cinghiale, ogni piatto è un’esperienza per il palato.

Torgiano è anche sede di diversi eventi che celebrano la cultura e le radici umbre. Tra le manifestazioni più famose vi è la “Festa dell’Emigrante“, durante la quale il borgo si anima di musica, danze e bancarelle che vendono prodotti tipici locali.

Vi consigliamo la nostra selezione di Agriturismi vicino a Torgiano per scoprie questo angolo autentico di Umbria.