Notizie per i gestori Archivi – Agriturismi.it

Archive for the ‘Notizie per i gestori’ Category

Per contrastare la pandemia da Covid19, il Governo Italiano ha deciso di attivare la formula del Green Pass per permettere alle persone già immunizzate dal Covid di poter usufruire dei servizi che avvengono in locali chiusi e quindi più facilmente soggetti alla propagazione del virus:

Sul sito ufficiale: https://www.dgc.gov.it/web/ si legge:

“La Certificazione verde COVID-19 è richiesta in Italia per partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”.

Dal 6 agosto servirà, inoltre, per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici.

Dal 1 luglio la Certificazione verde COVID-19 è valida come EU digital COVID certificate e rende più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen.”

Vi rimandiamo alla pagina “come funziona” per avere tutte le informazioni sul Green Pass, come ottenerlo e come utilizzarlo. https://www.dgc.gov.it/web/comeFunziona.html


Gli agriturismi italiani vi aspettano a braccia aperte con il massimo della sicurezza e del distanziamento ancora necessario per evitare contagi da Covid.

Ultimo aggiornamento della pagina: 22 aprile 2021
Queste informazioni sono tratte dalla pagina ufficiale del sito agenziaentrate.gov.it

Che cos’è
Il “Bonus vacanze” fa parte delle iniziative previste dal “Decreto Rilancio” (art. 176 del DL n. 34 del 19 maggio 2020) e offre un contributo fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia. Chi ha richiesto il bonus dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 può utilizzarlo fino al 31 dicembre 2021 (il termine per l’utilizzo è stato prorogato, da ultimo, dal decreto-legge n. 183 del 2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 21 del 2021).

Chi può richiederlo
Possono ottenere il “Bonus vacanze” i nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. Per il calcolo dell’ISEE è necessaria la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo. L’importo del bonus sarà modulato secondo la numerosità del nucleo familiare:

500 euro per nucleo composto da tre o più persone
300 euro da due persone
150 euro da una persona


Come ottenerlo
Il bonus può essere richiesto e viene erogato esclusivamente in forma digitale. Per ottenerlo è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso di un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d’Identita Elettonica). Al momento della richiesta del bonus, infatti, si dovranno inserire le credenziali SPID e successivamente fornire l’Isee.
Se non hai la tua identità digitale richiedila (SPID e CIE 3.0)
Sei un cittadino?

Il “Bonus Vacanze” è completamente digitale: puoi richiederlo dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 tramite l’app IO, l’applicazione dei servizi pubblici. Puoi scaricarla gratuitamente dagli store digitali: https://io.italia.it/bonus-vacanze/.

Ricorda che il bonus:
può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto
deve essere speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast)
è fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore
il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno (fattura, documento commerciale, scontrino/ricevuta fiscale).

Lo sconto applicato come “Bonus vacanze” sarà rimborsato all’albergatore sotto forma di credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione, o cedibile anche a istituti di credito.
All’interno dell’app IO trovi, se sei il richiedente, le informazioni sull’avvenuta fruizione dello sconto e sulla data di utilizzo. Gli stessi dati possono essere consultati da chi ha usufruito del Bonus nell’apposita sezione del proprio cassetto fiscale.

Per avere tutte le informazioni aggiornate vi invitiamo a visitare il sito agenziaentrate.gov.it

Le meravigliose nocciole

Il Piemonte è una regione dalla grande tradizione culinaria, se vi parlp di gianduia, torrone e baci di dama cosa vi viene in mente? Sicuramente il gusto meraviglioso di questi dolci tipici che hanno come ingrediente comune proprio la nocciola. La Nocciola del Piemonte IGP è famosa in tutto il mondo, viene coltivata nelle bellissime colline dell’Alta Langa nel basso Piemonte.

Le nocciole del Piemonte

La Nocciola del Piemonte IGP ha la caratteristica di avere un seme di forma sub-sferoidale piuttosto variabile), ha una consistenza compatta ma croccante, il sapore è delizioso, persiste nel palato e lascia un retrogusto squisito. Con le nocciole viene prodotto ad esempio il gianduiotto, se viene tostata e tritata la troveremo in molte ricette dolci e salate. E’ veramente una delle delizie prodotte in Italia che ci rendono famosi in tutto il mondo.

Per scoprire le dolci colline delle Alte Langhe, vi consigliamo i nostri agriturismi che offrono accoglienza di elevato standard e in molti propongono la cucina tipica a km zero in cui non possono mancare come ingredienti proprio le nocciole! Buon appetito e buon viaggio!

Borgo Casa al Vento

La verde Toscana offre ancora angoli nascosti, paesaggi incontaminati e  maestosi silenzi. Oggi più che mai la riscoperta di borghi antichi sapientemente recuperati offre l’opportunità di apprezzare momenti di riposo a contatto con ambienti sani , vini prelibati ed una cucina fatta di ingredienti  semplici ma autentici. Non ci ha quindi meravigliato Bruno Barbieri che ha scelto Borgo Casa al Vento a Gaiole in Chianti per la puntata de I 4 Hotels dedicata al Chianti.

Le camere che amiamo definire con vigna per la posizione e vicinanza ai nostri vigneti, la ristorazione chiantigiana, il wine tour con visita di vigneti e cantina ed una curata degustazione di vini, il percorso benessere con l’esperienza del bagno al vino , i percorsi in bici sulle strade dell’Eroica, offrono una vacanza diversa e fuori dai soliti itinerari.

Borgo Casa al Vento si presta anche per giornate di smart working in un ambiente dove non e’ richiesto il distanziamento sociale grazie ai naturali spazi che offre Casa al Vento.I vigneti e gli alberi di olivo con i rispettivi frutti , vino ed olio, rendono l’esperienza agricola più che mai viva ed autentica, aiutando a riscoprire valori della nostra vita che sono ormai in estinzione .

Ci potete contattare direttamente su Agriturismi.it da questo url:
Borgo Casa al Vento e’ l’essenza del chianti

Foto: Agriturismo Bonello

Di seguito vi riportiamo il testo ufficiale (tratto dal sito dell’Agenzia delle Entrate) relativo il Bonus Vacanza valido fino al 31 dicembre 2020. L’obbiettivo del Governo è quello di rilanciare il settore turistico nazionale aiutando i nuclei familiari meno ricchi a porter usufruire di un vantaggio fiscale utilizzabile per soggiorni in Italia. Il Bonus è una ottima occasione per alloggiare in Agriturismo sostenendo il settore del turismo rurale italiano.

Che Cos’è

Il “Bonus vacanze” fa parte delle iniziative previste dal “Decreto Rilancio” (art. 176 del DL n. 34 del 19 maggio 2020) e offre un contributo fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia. Può essere richiesto e speso dal 1° luglio al 31 dicembre 2020

Chi può richiederlo

Potranno ottenere il “Bonus vacanze” i nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. Per il calcolo dell’ISEE è necessaria la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo. L’importo del bonus sarà modulato secondo la numerosità del nucleo familiare:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone
  • 300 euro da due persone
  • 150 euro da una persona.

Per maggiori informazioni su come ottenere la Dichiarazione sostitutiva unica e calcolare l’ISEE consulta il sito dell’INPS.

Come ottenerlo

Fino al momento della riscossione del Bonus Vacanze da parte di un tuo cliente, non serve che tu faccia nulla: solo far sapere a chi sceglierà la tua struttura per le vacanze che aderisci all’iniziativa!

Lo sconto applicato al tuo ospite in possesso del “Bonus Vacanze” ti sarà rimborsato sotto forma di credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione mediante il modello F24, ovvero cedibile anche a istituti di credito.
Le modalità applicative del “Bonus vacanze” sono definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate – pdf. Disponibile anche una guida – pdf d’uso e un sintetico vademecum – pdf.

Il “Bonus vacanze” si potrà spendere presso una struttura ricettiva italiana dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. Inoltre, il bonus:

  • può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto
  • può essere speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast)
  • è fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore
  • il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno (fattura, documento commerciale, scontrino/ricevuta fiscale).

Lo sconto applicato come “Bonus vacanze” sarà rimborsato all’albergatore sotto forma di credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione, o cedibile anche a istituti di credito.

In questa guida vedremo brevemente quali sono i principali canali e metodi che deve usare un gestore di agriturismo per ottenere visibilità online.

Il sito internet

Il sito dell’agriturismo è il nostro biglietto da visita, la maggioranza dei nostri clienti transiterà dal nostro sito e sceglierà se contattarci o meno in base alla sensazione che la nostra presenza online gli trasmetterà.

E’ fondamentale che il sito sia responsivo (che si possa navigare da computer o da smartphone e tablet), che mostri delle belle immagini in alta qualità, meglio se fatte da un professionista. L’albero di navigazione deve essere chiaro ma semplice e deve spingere l’utente verso il tasto “contatta”. Il sito deve essere ottimizzato per i motori di ricerca (tecniche SEO), e deve essere veloce nel caricamento delle pagine. Il consiglio è di affidarvi a professioni e lasciare perdere i prodotti “fai da te” e il famoso “nipote che sa usare internet” perchè saper fare un sito che funziona è un mestiere tutt’altro che semplice.

I social network

Bisogna avere la pagina Facebook, bisogna aggiornarla ogni giorno, cercando di coinvolgere gli utenti.
Vanno inserite immagini di buona qualità e video che descrivono la vita quotidiana dell’agriturismo (mentre facciamo la pasta, mentre raccogliamo le olive, un bel tramonto, il centro del borgo vicino a casa ecc).

Su Instagram possiamo usare le stesse immagini, facendo attenzione a inserire i giusti hashtag e le descrizioni.


Le OTA

Le OTA sono portali internet che ci permettono di avere la prenotazione immediata da parte degli utenti del sito.

Le OTA generalmente chiedono una percentuale molto alta sul costo della prenotazione (in media il 18%), in più richiedono che la scheda prezzi sia costantemente aggiornata con il rischio di over booking. Possono però essere utili perchè raggiungono un alto numero di visitatori.

I portali dedicati all’agriturismo

I portali specifici dedicati all’agriturismo riescono a portarci un traffico molto targettizzato che ha già deciso di soggiornare in agriturismo. Questo è un grandissimo vantaggio perchè ci permette di massimizzare il nostro investimento (a canone o a percentuale) portandoci visibilità di qualità che probabilmente in modo più o meno diretto si tramuterà in prenotazioni.
Per scegliere i portali in cui investire, verificate su Google se compaiono in prima pagina (senza pagare) con le ricerche collegate alla vostra struttura, ad esempio cerco: “agriturismi marche” o “agriturismi vicino a milano”, se il portale è in prima pagina vuol dire che è stato fatto un buon lavoro e quindi il sito funziona. Andate su Facebook e verificate quanti fans ha il portale; stessa cosa su Instagram. Qui si parla di mera matematica, numeri alti sono la garanzia che il portale funziona e molto probabilmente sarà un buon investimento.
Se provate, non potrete non iscrivervi su Agriturismi.it; sito che esiste dal 1999 ed è un leader in Italia nella promozione delle strutture agrituristiche.

Consigli generali

Presentate il vostro agriturismo in modo accattivante, puntate sui vostri punti di forza ma siate sinceri. Curate la vostra reputazione online rispondendo alle recensioni degli utenti. Ascoltate le critiche e usatele per migliorare il servizio che offrite. Ricordate che gli agrituristi cercano una esperienza, si aspettano di entrare in famiglia, di essere coinvolti nell’atmosfera del posto; non voglio solo dormire e risparmiare!

Compilate senza impegno il form di richiesta informazioni da questo link: FORM CONTATTO

Chip&PIN-1Il 30 giugno è entrato in vigore il decreto del ministro dello Sviluppo Economico che prevede l’obbligo per le imprese di accettare pagamenti con carte di debito. I costi possono essere elevati, soprattutto se prendiamo in considerazione i tradizionali POS bancari che prevedono, oltre alle commissioni a transazione, anche un canone fisso mensile. Bisogna, però, tener presente che sono strumenti necessari per offrire ai propri clienti un servizio aggiuntivo, quello di pagamenti con carta, che è ormai sempre più richiesto dai consumatori.

Read more »


Casotti IrroratoriCasotti Irroratori è un’azienda di Parma che da anni progetta e realizza macchine innovative per la difesa delle colture.

Read more »

arte provenzaleArte Provenzale da oltre 10 anni propone biancheria per la casa di ottima qualità a prezzi competitivi: lenzuola, spugne, tovaglie, accessori per la cucina e dallo scorso anno anche il telo tunisino “LA FOUTA”, realizzato artigianalmente con i telai e annodato a mano in 100% cotone.

Read more »

L’Agenzia Baldoin Viaggi di Treviso, da oltre 30 anni, è specializzata nel servizio di noleggio mezzi. L’offerta spazia dagli autobus da turismo da 57 posti fino ai minibus. Fiore all’occhiello dell’azienda sono i pullman Gran Turismo Vip Class:

Read more »