» Un salto in cucina

Archive for the ‘Un salto in cucina’ Category

Delizioso Bonet Piemontese

Il bonet (o bunèt) è un dolce tipico della tradizione piemontese, pare sia statocreato nella zona delle Langhe e del Monferrato diversi secoli fa.
Viene servito come dessert a fine pasto, ed è molto semplice nella sua preparazione. Gli ingredienti principali sono latte, uova, cacao, amaretti e un goccio rum. La ricetta è molto semplice e veloce, la qualità delle materie usate è molto importante per dare un sapore e una consistenza unica e inimitabile a questo dolce della tradizione piemontese.

Il bonet è diffuso in tutto il Piemonte, lo si può trovare nella lista dei dessert dei ristoranti e degli agriturismi piemontesi. Originariamente vi era anche una versione “bianca” (una sorta di budino), che nel corso dei secoli è stata sostituita dalla versione detta “alla monferrina”, o “bonet nero” (la ricetta di oggi). Il primo ∫ era probabilmente una specie di crème caramel composto da latte, uova, amaretti e zucchero, ed era servito nelle nobili famiglie per concludere grandi feste e banchetti; un vero dolce da re!

Nel corso dei secoli la ricetta del bonet si è modernizzata ed ha aperto ad alcune varianti golose. Con la scoperta delle amiche ad esempio sono arrivati in Piemonte il rum e il cacao, questi due ingredienti entrarono di diritto nella ricetta del bonet, e oggi quello nero, cioè al cioccolato, è la versione più diffusa. In alcune zone del Piemonte viene profumato con vaniglia o scorza di limone, qualcuno aggiunge caffè, cognac oppure le meravigliose nocciole delle Langhe. Insomma, se decidete di trascorrere una vacanza in agriturismo in Piemonte, non potrete non fare questo viaggio culinario nel gusto e nella storia gustando il Bonet.

Sarde in Saor servite sul piatto

Famose e gustose, piatto simbolo di Venezia e del Veneto Orientale, le Sarde in Saor raccontano una storia antica. Il saor infatti permette al pesce di mantenersi per lunghi periodi ed era quindi usato da tempi remoti per conservare il pesce durante la navigazione o i lunghi viaggi via terra.

Saor in dialetto veneto vuol dire “sapore” ed è veramente un aggettivo azzeccato. Gli ingredienti base sono le sarde, le cipolle e l’aceto.

Le sarde sono un pesce considerato povero, vengono fritte in olio, e le cipolle, prima stufate, sono passate nell’olio e sfumate con l’aceto.
Gli ingredienti sono semplici, ciò che fa la differenza è la qualità; le sarde devono essere freschissime e le cipolle del territorio, perché il saor si fa con una bianca cipolla di Chioggia prodotta nel territorio di Venezia.

Ingredienti (per 2 persone):

  • 350 g di sarde freschissime
  • 0,7 Kg di cipolle bianche
  • farina 00 q.b.
  • olio semi di arachide q.b.
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • sale
  • pepe
  • 1/2 cucchiaio di zucchero
  • mezzo bicchiere di aceto bianco
  • 1 cucchiai di uvetta sultanina
  • 1 cucchiaio di pinoli

Per prima cosa elimare la testa e l’intestino dalle sarde e lavarle sotto l’acqua fredda. Vanno Asciugate e infarinatele per bene, poi vanno fritte in olio di arachide. Controllate che siano rosolate su entrambi i lati, riponetele su carta assorbente e cospargetele di sale.

Preparate un soffritto di cipolla in olio di oliva, quando saranno dorate, aggiungete sale, pepe, zucchero e aceto e lasciatele evaporare. In fine prendete un contenitore e alternate a strati le sarde e la cipolla (saor) con l’uvetta e i pinoli. Lasciate riposare almeno per un giorno in frigo. E.. Buon appetito!

Pane di Montegemoli

Una delle eccellenze gastronomiche della Val di Cecina (Pisa) è il pane di Montegemoli, è di forma tondeggiante e la sua bontà e qualità ha reso famoso il piccolo ma bellissimo borgo che gli ha dato il nome.

Il pane viene preparato con farina di alta qualità, acqua, sale e lievito; nessun altro ingrediente viene aggiunto. La lievitazione dura dalle 4 alle 5 ore su dei piani di legno ricoperti da teli di lino, la cottura avviene su forni a legna e dura per circa 40 minuti. Il pane viene quindi riposto in ceste e venduto il giorno successivo. Questo semplice pane è davvero squisito ed è diventato una delle eccellenze di questa zona di Toscana ricca di storia.

Il pane di Montegemoli si presta per essere consumato a tavola, oppure per la preparazione di con zuppe di legumi e/o di verdure. E’ perfetto per la preparazione delle bruschette toscane e si sposa magnificamente con salumi esaltandone il sapore. Un bruschetta toscana fatta con il Pane di Montegemoli e un bicchiere di vino rosso sono una delizia che non vi lascierà indifferenti.

Il Pane di Montegemoli vi aspetta nei nostri agriturismi della Val di Cecina e di Pomarance.

Crocchette di Patata pronte e servite

Ingredienti:

300 gr. di carne trita di vitello
200 gr. di pane raffermo
80 gr. di mortadella
1 bicchiere di latte
1 uovo + 1 tuorlo
pan grattato
100 gr. di Grana Padano grattugiato
prezzemolo tritato
noce moscata
pepe

Ammorbidire nel latte il pane raffermo, aggiungere noce moscata, sale, pepe ed amalgamare attentamente, ottendendo un
composto uniforme.
In una terrina, porre carne e mortadella tritate, prezzemolo e pane ammorbidito, Grana Padano, uova sbattute e miscelare
adagio.

Del composto ottenuto, fare delle palline grandi come una noce, passare nel pan grattato e friggere in olio molto caldo,
appiattendo la forma.

Scolare su carta assorbente e servire… e Buon Appetito!

Deliziosa torta allo yogurt e cioccolato

Ingredienti

1 vasetto di yogurt da 125g alla banana o bianco (conservate il vasetto!)
2 vasetti di zucchero
3 vasetti e mezzo di farina
3 uova
1 vasetto scarso di olio di semi di mais
150g di cioccolato fondente
1 bustina di lievito
Buccia di 1 limone
Un pizzico di sale

Preparazione

–    Imburrare e infarinare una tortiera a ciambella e riporla in frigo
–    Mescolare lo yogurt e lo zucchero in una terrina
–    Aggiungere la farina e le uova alternandole e mescolando
–    Versare la buccia del limone grattugiata, il sale e il lievito setacciato
–    Versare lentamente l’olio e mescolare fino al suo completo assorbimento
–    Aggiungere il cioccolato tagliato a pezzettini
–    Versare nella tortiera e informare a forno già caldo a 180° per circa 35 minuti

La Torta Mantovana

Ingredienti:

– 50 grammi di mandorle sgusciate
– 250 g di farina
– mezza bustina di lievito per dolci
– 250 g di burro
– 200 g di zucchero
– 4 uova
– burro e farina per lo stampo
– zucchero a velo

Preparazione:
– Tritate grossolanamente le mandorle.
– In una ciotola setacciate la farina ed il lievito, miscelandoli.
– Fate ammorbidire il burro lavorandolo con una forchetta, montatelo con la frusta elettrica fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo.
– Unite lo zucchero, un cucchiaio alla volta, fino ad incorporarlo al burro.
– Aggiungete le uova.
– Unite quindi il composto di farina e lievito fino ad ottenere una crema densa.
– Imburrate e infarinate uno stampo da 24-26 cm, versate dentro l’impasto e cospargete le mandorle.
– Infornate per 40-45 minuti nel forno preriscaldato a 170°C,
– Decorate  con zucchero a velo.

Buon appetito!

Polenta Concia

La mitica Polenta Concia è un must da gustare nel nostro Nord Italia e in particolare in Piemonte. La ricetta consiste nel servire la tipica polenta gialla condita con burro fuso e formaggio piemontese (generalmente Toma). La differenza con la polenta classica, è nell’utilizzo di prodotti e ingredienti diversi, sopratutto per quanto riguarda il formaggio. A Biella ad esempio viene prodotta una tipica Toma detta Maccagno che è di eccezionale qualità e ha un gusto morbido perfetto per la preparazione della polenta concia.
E’ una riceta tipici della tradizione biellese e sono molti i rifugi, i ristoranti e gli agriturismi che la propongono nel loro menù (ricordate che è un piatto piuttosto pesante ottimale per il periodo invernale).

la tipica Toma Biellese

Questo piatto tipicamente di montagna è molto ricco e molto semplice da da preparare. Solitamente viene consumato come primo piatto o addirittura come piatto unico. Scegliete uno dei nostri agriturismi nel Biellese e provatelo per una serata tra amici, sicuramente non vi deluderà e accompagnato con affettati (sempre piemontesi) e un buon bicchiede di vino rosso, vi lascerà un bellissimo ricordo.

img_5567

Di seguito vi spieghiamo come cucinare una deliziosa (e leggera torta) al cioccolato e pere. Buona preparazione 🙂

Ingredienti

  • 260 g di farina 0
  • 45 g di cacao amaro
  • 3 uova medie
  • 150 g di zucchero semolato
  • 70 g di burro
  • 140 g di latte intero
  • 3 pere Kaiser mature
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 1 manciata di gocce di cioccolato fondente

Ricetta

  • Taglia le pere a fette, riponile in una ciotola e aggiungi un pò di succo di limone.
  • Con le fruste elettriche sbatti le uova insieme allo zucchero fino a renderle chiare e spumose. Aggiungi il pizzico di sale e mescola. 
  • In un pentolino scioglie il burro e lascia intiepidire.
  • Unisci la farina 0, il cacao ed il lievito setacciati alternandoli con il latte, mescolando il tutto con un cucchiaio di legno.
  • Aggiungi il burro e amalgama con delicatezza.
  • Aggiungi le pere tagliate a cubetti è una manciata di gocce di cioccolato fondente.
  • Imburra e infarina una teglia di 30 cm di diametro ed aggiungi il composto nella tortiera.
  • Inforna a 180° per circa 35 minuti. Fai la prova stecchino per verificarne la cottura.
  • Sforna e gustala in compagnia 🙂

Agriturismo La Fattoria del Boschetto

Agriturismo La Fattoria del Boschetto

Definita dall’illustre periodico Forbes “la regione dove si mangia meglio nel mondo”, l’Emilia-Romagna vanta un patrimonio enogastronomico invidiabile, ed alcuni dei piatti che hanno reso celebre la cucina italiana. Volete scoprire quali sono le specialità da non perdere? Seguiteci nel nostro viaggio lungo la Via Emilia, in un itinerario nel gusto con i nostri consigli per un soggiorno in Agriturismo! Read more »

Foto Pixabay

Foto Pixabay

E’ settembre, tempo di vendemmia, di passeggiate tra i filari e di ottime degustazioni! Ecco tre agriturismi che hanno fatto del buon vino e del”alta qualità una ragion d’essere… destinazioni perfette per una vacanza di gusto! Read more »