salento_bannerOggi andiamo alla scoperta del litorale Salentino, e lo facciamo da una prospettiva particolare, avvicinandoci ad alcune delle più belle spiagge italiane proprio dal mare! Tante le attrazioni da non perdere e gli eventi che illuminano le serate in riva al mare per l’estate 2014… scopriamone alcuni, insieme ai nostri suggerimenti per un soggiorno 100% naturale in agriturismo.

1) Torre San Giovanni         

Famosa per essere la spiaggia più lunga del Salento, in provincia di Lecce: sabbia bianchissima e fine, basse scogliere e insenature da scoprire. Una serie di piccoli isolotti raggiungibili esclusivamente via mare. Un panorama inconfondibile per la presenza della torre costiera di Torre San Giovanni del XVI secolo, nata come torre d’avvistamento.

2) Pescoluse

Conosciuta anche con il nome di “Maldive del Salento”, questa spiaggia di 5 km nella frazione leccese di Salve si distingue per l’acqua calma e dolcemente degradante e la sabbia finissima contornata da dune ricche di macchia mediterranea e gigli bianchi.

Le acque limpide di Pescoluse

Le acque limpide di Pescoluse

Alla bellezza naturalistica, a cui contribuisce la presenza di grotte carsiche, si aggiungono resti antichissimi: un dolmen e una tomba risalenti al 2.5000 a.C.

3) Santa Maria di Leuca

All’incontro di due mari, l’Adriatico e lo Ionio, troviamo Punta Capo di Leuca, che si distingue per i suggestivi cromatici delle acque creati dall’intreccio delle correnti. Da non perdere le grotte marine, tra cui la famosa Grotta del Diavolo, così chiamata a causa dei forti rumori che occasionalmente ne provengono, e che alcuni ritrovamenti fanno risalire i primi abitanti di questo sito al Neolitico. Suggestiva anche la Torre costiera detta “dell’Omomorto” e il faro ottocentesco che domina la marina.

4) Ponte Ciolo

A pochi km da S.Maria di Leuca, troviamo una meraviglia naturale, Ponte Ciolo, uno strapiombo di ben 40 metri di altezza apprezzato dagli amanti degli sport estremi.

Photo credit: Andrea D' Alba, Flickr, CC BY ND 2.0

Photo credit: Andrea D’Alba, Flickr, CC BY ND 2.0

Nelle vicinanze si possono ammirare particolari specie di fiori, lungo una gola naturale delimitata da scogliere rocciose, e una piccola spiaggia ghiaiosa presso cui si aprono piccole grotte famose per i ritrovamenti fossili.

5) Porto Selvaggio

Il Parco naturale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano che comprende circa 7 km di costa, include un panorama naturalistico fatto di antiche torri costiere, sorgenti d’acqua dolce, ampie pinete e macchia mediterranea, oltre a d importanti tracce archeologiche di antichi insediamenti. Imperdibile la Grotta marina delle Corvine, ricchissima di specie animali e vegetali in una zona ambita per le immersioni subacquee.

 

DOVE ALLOGGIARE

1) Masseria Limbitello

Realizzate a mano da sapienti artigiani del Salento, le camere della Masseria Limbitello, vicina al mare di Torre dell’Orso,

Masseria Limbitello

Masseria Limbitello

sono caratteristiche ed accoglienti: alcune sono a volta, altre presentano travi in legno; alcune delle camere sono state realizzate all’interno dell’antica torre di avvistamento. La struttura dispone di un suggestivo ristorante esterno per cene romantiche verso gli spazi verdi; la cucina fa largo uso di olio di oliva locale genuino ed ottenuto da una molitura fredda che mantiene inalterate le caratteristiche nutrizionali.

2) Agriturismo Il Piccolo Lago

L’Agriturismo Il Piccolo Lago offre il soggiorno in villette bilocali indipendenti a soli 3 km dal mare, con facile accesso ai servizi del territorio come il diving-center, escursioni in barca, noleggio bici o auto, campo da golf, sport acquatici, go-kart,e  centri benessere. L’azienda agricola si occupa della coltivazione di prodotti tipici della dieta mediterranea, e su tutti spicca salento--agrit-le-palme-del-salentol’oro giallo del Salento: l’olio extravergine di oliva, che qui viene prodotto secondo un disciplinare che assicura eccezionali qualità organolettiche. A disposizione anche un’ampia pineta, e gli animali sono benvenuti.

3) B&B Terra Serena             

ll B&B Terra Serena si trova nel cuore di Cerfignano, ridente paesino vicino Santa Cesarea Terme, ricco di piccoli bar dove gustare splendide colazioni e conoscere i sapori della cucina locale. La vicinanza a Santa Cesarea Terme consente di unire la vacanza nel Salento alla cura della persona: le Terme, oltre alle cure solfuriche, offrono il meglio del centro benessere. Il B&B propone differentiitinerari alla scoperta del territorio, naturalistici, culturali ed enogastronomici: I massi della vecchia stonehenge del salento, Lago di bauxite o lago rosso, Grotte di Santa Cesarea Terme e Castro; e poi percorsi presso masserie locali per degustare olio e formaggi.

4) Agriturismo Masseria Le Palme del Salento

A due passi dal celebre sito archeologico della Cripta del Gonfalone, costruita come luogo di culto dai monaci basiliani,

Masseria Le Palme del Salento

Masseria Le Palme del Salento

sorge l’Agriturismo Masseria Le Palme del Salento. La struttura coniuga i valori di un tempo con il risparmio energetico e la tecnologia nei classici bungalow in tufo alimentati da pannelli ad energia solare. Il forno a legna e il barbecue della zona comune permettono di condividere l’aria aperta con gli altri ospiti dell’agriturismo. A disposizione una splendida piscina illuminata di notte, immersa nel verde dei giardini su una superficie di ben 20.000 mq.

5) Agriturismo Tenuta Stajano

L’Agriturismo Tenuta Stajano sorge nel comune di Alezio a circa 6 Km da Gallipoli, la perla dello Ionio. I locali sono ricavati nel corpo centrale della struttura, dimora suburbana risalente alla metà del XVIII secolo. I mini appartamenti sono stati ricavati dalla recente ristrutturazione dei fabbricati nel pieno rispetto delle architetture originarie. salento_gallipoli_agriturismo_L’Azienda Agricola si occupa principalmente della coltivazione dell’ulivo – ben 7.000 alberi – su un’estensione di circa 50 ettari nell’ambito di una plurisecolare tradizione familiare di dedizione all’agricoltura e alla produzione di olio extravergine e di vino.

 

E ANCORA….

Sagre da non perdere in Salento >>>

 

Letture in viaggio:

L’Anello d’Oro, il primo romanzo di Cristina Bruno ambientato tra Russia e Stati Uniti; tra spionaggio e pirateria informatica, un viaggio come scoperta di luoghi e di anime, che svela a poco a poco i contorni dell’intrigo internazionale che avvolge e sconvolge i destini dei due protagonisti, uniti in un’avvincente lotta contro l’enigmatico Club dell’Anello d’Oro. Intrigo, suspense e un’appassionante storia d’amore incontrano l’abilità dell’autrice nel farci ritrovare le atmosfere misteriose e cariche d’emozione di una Russia inedita e delicata, lasciando libera l’immaginazione in un viaggio oltre i confini.

Photo Credit: Nicola Sapiens De Mitri, Flickr, CC BY-SA 2.0

Photo Credit: Nicola Sapiens De Mitri, Flickr, CC BY-SA 2.0